skip to Main Content

Ghiandola Pineale, orologio biologico e melatonina! Facciamo chiarezza!

Ghiandola Pineale, Orologio Biologico E Melatonina! Facciamo Chiarezza!

La ghiandola pineale, o epifisi, è una ghiandola endocrina appartenente all’epitalamo.
Le sue cellule definite pinealociti producono la melatonina, un regolatore neuro-endocrino che tra le altre cose regola il ritmo circadiano ed il ciclo sonno-veglia.

La ghiandola pineale è un piccolo organo, simile ad un fagiolo per forma e dimensione ed è direttamente connessa al cervello, al sistema neuroendocrino, al sistema ormonale mediante un complesso reticolo individuato e definito dal Prof. Walter Pierpaoli come rete pinealica: questa complessa rete collega la ghiandola pineale l’ipofisi, l’apparato oftalmico (occhi e retina), con la tiroide, al timo ed alle altre ghiandole endocrine come le ghiandole surrenali e le gonadi.

È quindi chiaro che, attraverso le sue connessioni dirette con i centri del cervello che regolano la temperatura e il fotoperiodo (circadiano notturno-diurno e stagionale) e la variabilità ciclica della sintesi e secrezione degli ormoni, la ghiandola pineale è il centro direzionale delle attività biologiche ed endocrine dell’organismo dalla nascita fino alla morte.

La spinta evolutiva legata alle necessità della riproduzione e al mantenimento della specie è prioritaria.
Per questo la ghiandola pineale e la melatonina sono fondamentali per la biologia della riproduzione.
Nel corso dell’evoluzione la rete pinealica ha imparato a sviluppare progressivamente e mantenere uno specifico orologio biologico (Bio-Clock) che regola la vita dalla nascita, alla crescita fino alla morte.

In altre parole, i bisogni e le spinte ambientali e riproduttive hanno portato alla definizione di precisi orologi biologici per ogni specie.
In questo modo la rete pinealica controlla il programma neuroendocrino dell’invecchiamento del cervello e scandisce il tempo per crescere, per procreare, per invecchiare e per morire.

OFFERTE & PROMOZIONI IN CORSO

La ghiandola pineale è la chiave per comprendere la natura dell’invecchiamento semplicemente perché regola, dalla nascita alla senescenza, la variabilità circadiana e stagionale di tutti quegli ormoni che regolano le funzioni del corpo, in particolare i processi ossidativi della respirazione cellulare e la termoregolazione.
La morte è un preciso segnale dalla ghiandola pineale che è programmato nel tempo e non dipende dall’invecchiamento.
Questo significa che possiamo morire a 120 anni di età senza alcuna malattia!

Responsive image

Back To Top