Domande e RisposteCategoria: Melatonina e Tiroideè vero che la melatonina interferisce con la tiroide
peppinieddu ha scritto 2 anni fa

Buongiorno
purtroppo negli ultimi mesi sono stato poco bene, sto combattendo con una insufficenza delle ghiandole surrenali. Da qualche mese prendo la melatonina ZS del Dr. Pierpaoli ed ho ricominciato a dormire tutta notte. Ma qualche giorno fa ho sentito uno studio sulla tiroide di un dottore che mi ha reso insucuro in merito all’assunzione della melatonina, anche perché ho già i valori della tiroide bassi TSH 2,145 UI/mL, FT3 2,80 pg/mL, FT4 1,17 ng/dL
dal 29. minuto, si puo`ascoltare cosa dice il dottore https://www.youtube.com/watch?v=5fwYK0KISTI
Vi sarei immensamente grato se poteste aiutarmi a capire per poter devidere come continuare ad assumere la melatonina.
distinti saluti
Pep

1 Risposte
Best Answer
Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 2 anni fa

Con la scoperta del ruolo e della specifica funzione dell’epifisi o ghiandola pineale , il Professore Pierpaoli ha aperto una nuova lettura del sistema neuro endocrino. Esite una rete di collegamento che è stata chiamata dallo stesso ricercatore “rete pinealica” , Questa rete è il collegamento esistente tra l’ipotalamo (centro fondamenatale e  sede del programma complesso del mammifero umano ) ,la ghiandola pituitaria o ipofisi e la ghiandola pineale. Con questa scoperta il Prof. Pierpaoli ha potuto evidenziare che il sistema nervoso ed ormonale è subordinato nella sua funzione alla corretta ciclicità evolutiva che si è creata nel tempo e che coordina e regola l’intero apparato dlle ghiandole endocrine. L’asse principale è appunto costituito dalla connessione ipotalamo-ipofisi-epifisi, e questo asse di colegamento permette la  regolazione e  la sequenza ormonale du tutto il reparto endocrino e pertanrto della tiroide stessa. La tiroide in particolare alla luce di questa complessa rete funzionale è la ghiandola che principalmente è subordinata alla cilcità del sistema sopra descritto. pertanto essa è profondamente influenzata dalla corretta ciclicità organica . Il principale messaggero che regola questa rotazione circadina è prodotta e  secreta dalla pineale stessa e si chiama “melatonina”. La ghiandola  pineale tramite la formazione di un preciso e indispensabile picco nottruno determina la ciclictà funzionale biologica che permette all’intero sistema ormonale di adempiere nei modi , tempi e intensità  la propria funzione . Ci siamo permessi di fare questo inciso prima di arrivare alla sua domanda che per forza di cose necessita di un lungo trattato di osservazione in quanto è sottoniteso che per quello che lei ha sentito nell’ascolto di quel video , la melatonina condizionerebbe in negativo l’attività della ghiandola tiroidea .
Esattamente l’opposto da quanto sopra descritto e dimostrato nelle pubblicazioni scientifiche del Professor Pierpaoli. Dallla lettura del suo post si evidenzia un insieme di fattori e di riferiemnti non completi che necessitano di una preciso approfondimento e di una attenta analisi medica. La invitiamo a scriverci in privato su info@bioclock soprattutto per stabilire un contatto telefonico che ci permette di chiarire i concetti già espressi e di poterla soddisfare nella sua richiesta .