Domande e RisposteCategoria: Melatonina e CuoreUn cardiopatico che è costretto ad assumere diversi farmaci può assumere la melatonina?
Chi Conta ha scritto 4 anni fa

Nel mese di settembre 2011 all’età di 64 anni mio padre ha avuto un infarto. Ha sempre seguito un regime alimentare sano e corretto, non beve, non fuma e non ci sono mai stati casi di infarto nella nostra famiglia. Oggi ha 67 anni e da allora è costretto ad assumere quotidianamente farmaci. Nello specifico: Cardioaspirin 1CP (ore 13), Atenolo 100mg 1/2 CP (ore 8), Pantoprazolo 20mg 1CP (ore 8), Rosuvastatina 20mg 1CP (ore 20 a giorni alterni), Zofenopril 7,5mg 1CP (ore 8). Negli ultimi anni ha avuto anche diversi problemi alla prostata e per questo assume quotidianamente Tamsulosina Cloridrato 0,4mg 1CP (ore 20). Lavora sempre tantissimo ma deve coricarsi subito dopo pranzo e abitualmente va a letto molto tardi (verso l’una). Posso consigliargli la melatonina? In quale dose? E quali miglioramenti potrà riscontrare nel corso del tempo?
Vi ringrazio infinitamente per l’attenzione.

2 Risposte
Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 4 anni fa

Può assumere melatonina in quanto la melatonina è una sostanza endogena, cioè prodotta dal nostro organismo e quindi perfettamente riconosciuta dalle nostre cellule, dai nostri tessuti e dai nostri apparati. Con questo vogliamo tranquillizzarla per ciò che riguarda i “possibili effetti collaterali” che in questo caso se ci saranno, potranno solo  che essere positivi e necessari a ristabilire un controllo fisiologico normale tramite il ripristinio della sequenza ormonale centrale . Sicuramente positivi e quanto positivi sarà il tempo  a deciderlo attraverso l’azione di ripristino della sincronizzazione neuro-ormonale che in questo caso la Melatonina ZnSe  garantisce in modo scientifico. Suo padre se decide di assumere la Melatonina Zn Se deve assumerla come tutte le persone  a orari costanti e prima della mezzanotte , ma deve osservare una distanza di 3- 4 ore dall’assunzione della Tamsulosina cloroidrato, in quanto questa potrebbe in parte neutralizzare la molecola della melatonina. Le suggeriamo di far assumere il farmaco verso le 18,00- 18,30 e quindi dalle 22,00 in poi può assumere tranquillamente la Melatonina ZnSe Pierpaoli e ottenere tutti i benefici dell’azione di rimodulazione ormonale  che questa garantisce. Il protocollo che lei ci ha segnalato è il tipico protocollo di chi ha avuto una infarto al miocardio o problemi  alle arterie coronariche; noi non ci permettiamo di entrare in merito a questo, ma assicuriamo che la Melatonina Znse per questo uomo è indispensabile per permettere di recuperare i livelli funzionali fisiologici tramite la rete  ormonale che sostiene i processi di produzione di energia , di ristabilimento metabolico e quindi un naturale controllo dei livelli pressori, dei lipidi e dell’ attività renale. Non di meno recuperando una ottima fase ormonale il sonno diventerà più consono al recupero energetico e quella stanchezza che suo padre soffre , venire mitigata da un sonno più prestante qualitativamente e non tanto quantitativamente.  Ci vuole pazienza e lasciar lavorare la Melatonina ZnSe.

Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 4 anni fa

Ci scusi, abbiamo tralasciato di rispondere alla domanda della dose. Come più spesso e sempre più marcatamente ribadiamo , non si tratta di quantità di melatonina assunta , ma di precisa “ri-produzione” del picco notturno melatonico tipico della ghiandola pineale giovanile che la preparazione a base di melatonina deve garantire e su questo aspetto ci permettiamo  di affermare che solo la Melatonina ZnSe del Professor Pierpaoli è stata provate e sperimentata come se fosse un farmaco e quindi ha attraversato delle prove per poter garantire questo famoso “picco notturno melatonico” che fà tanto discutere gli altri produttori di compresse a base di melatonina , ma che non sanno e non hanno mai verificato tramite sperimentazioni scientifiche cosa queste compresse provocano , ma portano sul mercato miscele di sostanze  a base di melatonina che vengono “compresse “, messe nei blister, poi negli astucci e poi presentati in farmacia , ma non hanno mai fatto una minima sperimentazione. Le rammentiamo anche di suggerire a suo padre di scegliere di coricarsi entro la mezzanotte o mezzanotte e mezza perchè dopo quell’ora la sua pineale ha già messo in campo la sua melatonina e questo non è funzionale al recupero dell’attività della ghiandola stessa che noi andiamo ad ottenere tramite l’uso della Melatonina Zn Se.
In breve lo slogan del Professor Pierpaoli è : usando la Melatonina ZnSe garantisci il corretto picco melatonico notturno al sistema neuro-endocrino del tuo organismo ;  consenti alla tua pineale  di non lavorare per produrre la propria melatonina e questo rallenta  il suo invecchiamento. Se la ghiandola non invecchia, mantiene più a lungo  quelle funzioni di controllo della rete ormonale  scoperte dal Professor Pierpaoli, che sono alla base del nostro benessere e della nostra salute