Domande e RisposteCategoria: Oftalomologiasono una donna di 39 anni ero interessata all'uso della melatonina. Leggendo la sezione Domande e risposte, ho visto che la melatonina fa aumentare le piastrine, cosa di cui io ne ho in abbondanza a causa dell'anemia mediterranea -portatrice sana- e soffro anche di leucocitosi persistente- Sono anche miope astigmatica con inizio di presbiopia.. Volevo capire se l'uso della sua melatonina poteva crearmi problemi . grazie mille di una sua eventuale risposta.
1 Risposte
Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 5 anni fa

Per competenza alla sua domanda in relazione al problema visivo saremmo obbligati a consigliarle il ProVision, in quanto la preparazione a base di melatonina di questo prodotto oltre a altri elementi (luteina, astaxantina ,mirtillo nero) è indicata per migliorare  o rallentare i problemi funzionali che lei presenta alla vista . Come già più volte ribadito in questo forum , la melatonina è una sostanza endogena perfettamente riconosciuta dal nostro organismo e come spesso dice il Professor Pierpaoli, la melatonina è una molecola intelligente in quanto agisce dove serve, dove cè di bisogno e quindi nel suo caso ripristinare il corretto picco melatoinico pinealico notturno potrebbe essere utile e fondamentale per  recuperare una appropriata vascolarizzazione del suo apparato visivo senza interferire sull’attività  dell midolllo osseo, sede dove vengono prodotti i globuli bianchi e le piastrine nonchè i globuli rossi . Ci permettiamo di chiederle che sintomatologia presenta in relazione alla diagnosi di anemia mediterranea e alle alterazioni da leucocitosi persistene nonchè da trombocitemia (ovvero una produzione abbondante di piastrine) in quanto questi elementi fanno pensare a una presenza di un’infezione o infiammazione organica o a un eventuale forma autoimmune. Per completezza alla risposta aggiungiamo che secondo il Professor Pierpaoli ogni tipo di malattia autoimmune può essere corretta o limitata  tramite l’assunzione della Melatonina Zn-Se o del  ProVision. Tramite il lavoro della melatonina e della sua ghiandola pineale  potrà ritrovare un equilibrio ormonale e quindi un assetto immunitario corretto.