skip to Main Content

Melatonina come antiossidante

Domande e RisposteCategoria: MelatoninaMelatonina come antiossidante
rosanna asked 6 anni ago

Buonasera,ho 42 anni e da poco sono a conoscenza della melatonina del dott Pierpaoli.ho ascoltato tutti i suoi video su YouTube e ho letto sul suo sito tutto quello che lui dice da tempo….peccato non averlo scoperto prima. Ultimamente ho ascoltato anche la sua ultima intervista a telecolor….sempre interessanti le cose che dice. Una mia amica assume il kit numero 6 per una tiroidite cronica mai saputa curare da nessun endocrinologo…abbiamo molta fiducia in questa nuova cura. Invece io prendo solo la melatonina per ipotiroidismo subclinico e la faccio prendere anche a mio marito che ha 44 anni come antiossidante,poi a mia madre che ne ha 65 e ha problemi di osteoporosi e piano piano la sto consigliando a molte persone. Ho letto anche due suoi libri di cui l orologio della vita e pazienti felici. Volevo chiedervi se per me che ho 42 anni va bene il dosaggio di 3 mg per questo ipotiroidismo subclinico che ho e se è bene inserire anche l’  ibsa125 visto che il  tsh è 3,50 e il t3 basso. Vi ringrazio anticipatamente e aspetto una vostra risposta

1 Risposte
Moderatore Bio-Clock answered 6 anni ago

Gent.Sig.ra la sua è una “ghiotta “domanda in quanto  per rispondere in modo completo potremmo scrivere un trattato. Bene è sapere che per molti ricercatori la melatonina è tra i più efficaci o il più efficace antiossidante esistente in natura e lo stesso Professor Pierpaoli ne riconosce il valore e l’azione in merito , ma è bene dire che conoscendo ciò che il Professore asserisce , bisogna anche aggiungere che lui non crede molto nella sola azione antiossidante della stessa melatonina o di altre sostanze ad azione simile per i benefici che ne derivano, ma sostiene che il concreto valore della conoscenza dell’azione della melatonina è  quello di messaggero della ghiandola pineale . La melatonina è la sostanza per cui la ghiandola pineale esercita sul nostro organismo un azione di perfetta sincronia, di sequenza, di ripartizione ormonale e neuro endocrina . Nei mammiferi a sangue caldo la corretta azione della melatonina secreta dalla pineale permette a tutto l’organismo di funzionare in modo ottimale sopratutto a livello centrale dove risiedono i centri di controllo di tutte o quasi le principali funzioni vitali : funzione nervosa, funzione ormonale, funzione metabolica, funzione immunitaria, funzione cardo-vascoalre, visiva e altre vitali  funzioni di controllo. Per gli esseri viventi mantenere questa ciclicità è indispensabile per il mantenimento delle nostre funzioni di base e quindi del nostro benessere. La salute psico-fisica non è un dato statico ma è assolutamente dinamico  a cui fa capo questo complesso sistema neuro-endocrino, mantenuto in equlibrio dalla ghiandola pineale tramite la melatonina e non solo . Quando noi siamo sani e in perfetta forma siamo elastici e dinamici cioè siamo giovani.
In una parola: l’azione antinvecchiamento della melatonina .
Con l’avanzare dell’età il nostro organismo tende a perdere questa elasticità e questo è l’invecchiamento .Ma per mantenere  questa corretta funzione non servono le quantità di melatonina , ma è indispensabile produrre ciò che la pineale giovane fà in un corpo altrettanto giovane e cioè imitare  il picco melatonico notturno in modo da mantenere i corretti cicli biologici riconosciuti in ogni ambito , in ogni cellula . Rallentare il programma di invecchiamento inscritto nel complesso pinealico  è possibile facendo assorbire al nostro organismo una compressa di Melatonina Zn-Se ogni sera mantenendo orari costanti . Otterremo ciò che il Professor Pierpaoli chiama l’azione di protezione della pineale.
Venendo alla sua domanda ci sentiamo di dire che se assume la Melatonina Zn-Se Pierpaoli può benissimo usare la sola compressa  da 1mg e mantenere orari costanti di assunzione e comunque sempre prima della mezzanotte .
Per quanto riguarda l’aspetto della sua patologia cercando di rimanere nel limite delle nostre competenze , osserviamo che di certo lei presenta anomali  valori di Tsh che corrispondono a una scarsa funzione tiroidea soprattutto evidenziata dai bassi valori di T3, ma non possiamo darle indicazioni di introdurre un preparato a base di ormoni tiroidei come è la tiroide Ibsa 125 , ma possiamo invitarla a contattare il Professor Pierpaoli tramite il  sito http://www.drpierpaoli.ch e entrare nel link dei contatti dove può trovare le modalità per ottenere un consulto con il Professore stesso.

Back To Top