Domande e RisposteCategoria: Melatonina e SonnoRisvegli notturni e dosaggio, sono iperteso ed un po' ansioso
Gianni Grimaldi ha scritto 1 anno fa

Assumo melatonina Pierpaoli da un mese e mezzo inizialmente 1mg, intorno alle 22 di sera poco prima di dormire ma avevo 3 risvegli notturni, ho ridotto assunzione da una settimana a mezza compressa ovvero 0,5 che assumo ora intorno alle 22.30 – 23.00 o 23.30 a secondo, ho 59 anni e sono iperteso assumo quotidianamente amlodipina 5mg e doxazosina 4mg ed un multivitaminico, ho notato che il risveglio si riduce ad uno soltanto intorno alle 3 o 3.30 del mattino, con bisogno di urinare una volta o anche no, poi ho difficoltà a riaddormentarmi e mi procuro un sonnellino dopo un\’ora penso un\’ora e mezzo prima di alzarmi alle 6.30 circa, in compenso mi alzo senza essere assonnato e durante il giorno non accuso più stanchezza o sbadigli, c\’è da considerare che sono un soggetto un po\’ ansioso e che prima di assumere la melatonina ho sempre avuto difficoltà a dormire bene con risvegli che mi portavano ad urinare due volte e durante il giorno accusavo problematiche di stanchezza con sbadigli, quindi mi domandavo se nel caso le cose migliorassero con un maggiore sonno durante la notte ed anche eliminazione del risveglio se diventasse in seguito il caso di assumere la pillola intera o di continuare così.

2 Risposte
Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 1 anno fa

Caro Giovanni la risposta l’ha già data lei !
Sapientemente ha gestito la situazione comprendendo di agire sul suo cilco circadiano in maniera adeguata . Spezzando la compressa ha favorito una discesa nella fase oscura parasimpatica del ciclo biologico che viene percepita dal suo organismo più consona alla vita  e questo  permette  la tenuta della  corretta profondità circadiana acquisendo una buona qualità del sonno .
 Anche se mantiene un risveglio notturno ( secondo noi dovuto ad una esigenza sensata di “marcare il territorio”e non per come le sarà stato indicato di problema prostatico  ) la  risalita nella fase luminosa e attiva della giornata ( fase ortosimpatica), acquisita con questa modalità  le permette di godere  i benefici della corretta ciclcità neuro endocrina che si traduce in forte energia e vitalità.
Per nostra esperienza consigliamo di mantenre questa gestione per altri 21 – 28 giorni ed eventualmente ritornare alla assunzione di una compressa intera di Melatonina Zinco Selenio dopo tale periodo. Osserviamo che lei assume quotidianamente due preparazioni farmacologiche per il controllo della pressione sanguigna e della sua prostata . Se il farmaco a base dell’alfabloccante Doxazosina
lo assume alla sera , mantenga tra questa assunzione e quella della Melatonina almeno 3- 4 ore di distanza.  Ovviamente prima assumerà il farmaco e dopo la la compressa del Pierpaoli.

primavera63 ha risposto 1 anno fa

Scusate se mi intrometto,vorrei riprendere anche io la vostra melatonina,avevo interrotto da un pò. Proverei anche io con mezza compressa ma purtroppo non c’è il taglio,non è comoda da spezzare. Avete suggerimenti?

Staff Staff ha risposto 1 anno fa

Gentile Sig.ra la compressa purtroppo non presenta un taglio che  faciliti la rottura in due parti della stessa in modo omogeneo , ma con pazienza potrebbe trovare una modalità di rottura tramite una lama affilata e sottile in modo da poter gestire quanto riportato.
  Consideriamo che se “vuole ” ricominciare ad assumere la Pierpaoli almeno per un periodo di 21-28 giorni utilizzi la compressa intera. Se tale tentativo non producesse una gestione adeguata , provi a rompere in due la compressa.
La gestione della propria ciclicità a volte  necessità di piccoli accorgimenti biologici.
A disposizione per qualsiasi chiarimento info@bioclock.it