skip to Main Content

Pineale e melatonina, come lavorano quando si rimane svegli di notte?

Domande e RisposteCategoria: MelatoninaPineale e melatonina, come lavorano quando si rimane svegli di notte?
evergreen00 asked 11 mesi ago

Buonasera, avrei alcune domande da porvi riguardanti la melatonina e il direttore d’orchestra: la pineale. Vado a porvele:
1- L’assunzione di melatonina è consigliata tra le 22 e la mezzanotte. Supponiamo che un soggetto la assuma regolarmente alle 22:30 e capiti che una sera non possa assumerla a quell’ora, ma comunque entro mezzanotte. E’ consigliato ugualmente assumerla? Voglio dire: si deve cercare sempre di assumerla allo stesso orario, ma può capitare che qualche volta non si riesca a rispettare l’orario e lo si posticipi o anticipi; va comunque assunta?
2- Qualora capitasse una volta che non si riesca ad assumere melatonina entro la mezzanotte, è preferibile saltare l’assunzione onde evitare di alterare il picco melatonico?
3- La ghiandola pineale di una persona che rimane sveglia di notte secerne comunque melatonina? E se sì, in minor quantità rispetto ad una persona che invece dorme?
4- Se questa stessa persona che rimane sveglia di notte assumesse melatonina, cosa cambierebbe rispetto al punto 3?
Vorrei capire come si comporta la ghiandola pineale e quindi la melatonina quando rimaniamo svegli di notte e come si modifica il picco melatonico.
Grazie

1 Risposte
Redazione Bioclock answered 11 mesi ago

Ci sarebbe da scrivere un libro….
Verifichi lei ogni singola ipotesi … e poi per facilitare la comunicazione ci possiamo sentire telefonicamente così avremo modo di comprendere anche la sua fame di conoscenza .
Buona giornata a disposizione 340 0782567

evergreen00 replied 11 mesi ago

Buonasera, la fame di conoscenza è sempre una buona cosa, direi fondamentale per sentirsi vivi. Mi sarebbe piaciuto leggere le risposte qui, più che altro perchè avrebbero potuto leggerle anche gli altri utenti, i quali penso ne avrebbero fatto tesoro. Capisco però anche che l'argomento non possa essere trattato con superficialità e quindi giustifico la sua risposta. Credo però che alle prime due domande si potesse rispondere senza dilungarsi troppo. Si parla sempre di ghiandola pineale e melatonina associata alla notte e quindi al dormire; sarebbe curioso sapere però cosa succeda invece quando si rimane svegli. E vedo che di questo argomento non se ne parla mai. Peccato, poteva essere un'occasione questa. Cordiali saluti

RUBEN replied 10 mesi ago

Ciao. Visto che mi è data possibilità di rispondere come utente, ti dico quello che ho capito io leggendo molti libri a riguardo.

Sostanzialmente la Pineale va in riposo quando assumi la Melatonina, perciò o dormi o stai sveglio non viene prodotta per via endogena, bensì l’hai in circolo perché l’hai assunta.

Visto che il discorso è mantenere i ritmi biologici in asse, è buono non assumerla oltre le 24, perciò quella volta che capita di non poterla assumere non la si assume, in questo modo verrà prodotta dalla pineale, MANTENENDO IL RITMO CIRCADIANO IMPARATO TRAMITE L’ASSUNZIONE ESOGENA (dura per un pò quando si smette di assumere Melatonina).

Quando si sta svegli, sopratutto in presenza di luce “blu”, la pineale non produce Melatonina, bensì tenderà a produrre Serotonina.

Se ti capita di assumerla ad un diverso orario ma sempre entro le 24, va cmq molto bene. Poi come ti è stato detto, prova, perché le sensazioni sono molto importanti in questo caso.

Back To Top