Domande e RisposteCategoria: Melatoninale malattie autoimmuni
angel ha scritto 3 anni fa

BUONA SERA
VORREI AVERE INFORMAZIONI SULL’ASSUNZIONE DI MELATONINA IN CASO DI MALATTIE AUTOIMMUNI CONCOMITANTI ( ARTRITE, VASCULITE, TIROIDITE). CONSIGLIATA DALL’IMMUNOLOGO A DOSAGGI > 5 MG. E SCONSIGLIATA DAL MEDICO CURANTE IN QUANTO A SUO DIRE PUO’ DARE PEGGIORAMENTO. CI SONO STUDI A PROPOSITO SOSTENUTI DAL DOTTOR PIERPAOLI? DA CIRCA 2 MESI STO ASSUMENDO 2 CP DI MELATONINA E VORREI CONTINUARE MA HO MOLTI DUBBI.
GRAZIE
 

1 Risposte
Redazione Bioclock Staff ha risposto 3 anni fa

Come vede anche tra la stessa classe medica esistono dei pareri diversi.
La Melatonina Zn-Se , e’ indicata in qualunque situazione , senza alcuna controindicazione proprio perche’ costituisce le fondamenta di tutte le altre funzioni mantenendo le corrette fasi del ciclo biologico tramite il Picco Melatonico Notturno.
Il sistema nervoso ed ormonle lavoro in sintonia con questa ciclicità ed influenza tutte le funzioni principali del nostro sistema organico e quindio del nostro benessere .
L’evoluzione ha stabilito la centralità di questo sistema , che  si basa sul collegamento centrale a livello cerebrale tra l’ipotalamo. l’ipofisi e l’ epifisi o ghiandola pineale.
Quest’ultima condiziona la perfetta ciclicità circadiana legata alla ciclcità planetaria . Ogni giorno tutti gli ormoni devono essere prodotti e secreti in maniera corretta e ciclica per mantenere correttamente attive e singerche tra loro le diverse funzioni  trra questa anche l’immunità.
Qualora questo complesso sistema neuro-endocrino non dovesse operare perfettamente in armonia  ,anche le funzioni biologiche verrebbero alterate e di conseguenza emergono le cosiddette ” malattie ”    Tra queste anche quelle dove lo stesso sistema immuniatrio si ” rivolta contro se’ stesso “.
Le lanciamo una provocazione :  non creda alle nostre parole e non creda nemmeno a quelle dei medici riportartate nella domanda .
Provi ad “ascoltarsi” e comprendere  quale possa essere per lei ( essere vivente Unico ed Irripetibile con una sua soggettiva/unica percezione ) la soluzione migliore.
” Se percepisse una sensazione simile alla paura , relativa a qualcosa che sta accadendo a lei , o attorno a lei  , riteniamo che ammettendo a se’ stessi e riconoscendo questa sensazione di paura , sia possibile trovare in se’ la forza e la direzione per capire quale sia l’azione migliore da mettere in campo per trovare una posizione/situazione che le consenta di reagire alla paura e scegliere come/cosa/dove fare in modo preciso e determinato “
La invitaimo a leggere un libro del Professore ed anche le varie testimonianze che trova sul ns portale circa le esperienze altrui.
Disponibili a ulteriori informazioni anche in privato su info@bioclock.it