Domande e RisposteCategoria: Melatoninamelatonina e fertilità
tiziana ha scritto 3 anni fa

mia nipote di 31 anni e il suo compagno hanno deciso di avere un figlio. Mia nipote spesso ha la prolattina alta, per problemi ipofisari, vorrei sapere se e in che modo potrebbe influenzare la fertilità l’assunzione della melatonina del dr. Pierpaoli. 
vi ringrazio Tiziana

1 Risposte
Redazione Bioclock Staff ha risposto 3 anni fa

Cara Tiziana ,
La fertilità è una proprietà fisiologica influenzata sopratutto dai livelli ormonali e dalla corretta secrezione di essi .
Le ovaie  producono ormoni che rivestono ruolo fondamentale nel processo di fecondazione ,  annidamento, sviluppo e maturazione dell’ovocita
. Naturalmente in questa meravigliosa attività biologica  entra  in gioco anche  l’attività dell’ipofisi con il rilascio di atri ormoni che determinano l’inizio di questo processo (LH-FSH-Progesterone-Testosterone).
Nel quadro delle scoperte del Professor Pierpaoli tutto il sistema neuro-endocrino è controllato e determinato dalla funzione della ghiandola pineale ; ed è qui che la Melatonina Znse ricopre un ruolo determinante  nel ristabilire o mantenere il corretto assetto della sincronizzazione ormonale sopra descritta.
In parole semplici : dove cè attività ormonale entra per forza in gioco il ruolo della ghiandola pineale e del suo messaggero  ovvero la melatonina.
 
Di seguito il commento personale del Prof.Pierpaoli : 
Ma è chiaro! Sono tutti ipotiroidei da origine tiroidea o spesso ipofisaria, e non lo sanno! Gli ormoni TIROIDEI sono il fondamento della fertilità e tutti gli altri arrivano dopo. Contrololare FT3 che DEVE essere a 6-7-8. Altrimenti manca la benzina e addio gravidanza.”
Walter Pierpaoli.