Domande e RisposteCategoria: Melatonina e MetabolismoMelatonina e attività fisica
maxguevara ha scritto 3 anni fa

Buongiorno,
 
uno studio del 2011 ha attestato come la melatonina, assunta nelle dosi di 6mg 30 minuti prima di un allenamento intenso, possa diminuire lo stress ossidativo, abbassare il profilo lipidico del sangue e migliorare la risposta immunitaria (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22212240).

Volevo sapere se, assumendo in questi termini la melatonina ( quindi a metà mattina o a metà pomeriggio circa), il ritmo circadiano potesse venire intaccato o si potrebbero avere effetti avversi di sorta.

Grazie per l’attenzione.

1 Risposte
Redazione Bioclock Staff ha risposto 3 anni fa

Avendo la fortuna di dialogare ogni giorno con il Professore gli abbiamo sottoposto la domanda e di seguito la sua risposta :
Fermo restando, che il movimento fa bene ma lo sport fa male, e considerando il folle stile di vita, sport incluso, certamente la melatonina Zn-Se (SOLO QUELLA CHE PRODUCE IL PICCO) ha effetti benefici sempre e comunque, in quanto riassetta i ritmi biologici ormonali circadiani, alterati da sport, illuminazione eccessiva, rumori molesti ed altro. Ma questo effetto benefico si annulla se la persona vive in modo anomalo in una “metropoli” dove tutto congiura control la salute, in particolare distruggendo l’equilibrio nel bambini. La melatonina protegge sempre ma la stupidità umana è invincibile. Walter Pierpaoli
Da parte nostra aggiungiamo che fuori dalla competenza evolutiva e biologica ( logica alla vita ) per cui la melatonina viene prodotta dalla pineale nella fase oscura del giorno ( notte ) producendo e mantenendo i suoi benefici effetti indispensabili alla vita, tutte le altre modalità di impiego e di somminsitrazione provocano certamente alterazioni del ciclo circadiano .
Possiamo pensare che sicuramente qualche effetto benefico – specifico e verificato come nel caso che lei cita sia verosimile, ma alla lunga pensiamo che possa alterare il sistema.
Il nostro corpo è appunto un sistema all’interno del quale la molecola melatonina  è ampiamente riconosicuta ma strettamente nella fase parasimpatica del ciclo circadiano (notte) , assunta nella fase esattamente opposta ( giorno ) riteniamo che sia da evitare .
Riamaniamo disponibili per qualunque chiarimento ,
Anche in privato al ns. indirizzo info@bioclock.it