patrizia mangiarotti ha scritto 2 anni fa

Buongiorno
ho iniziato a prendere la melatonina del Dr Pierpaoli da un mese avendone letto gli innumerevoli benefici, ma soprattutto per il mio problema dei continui risvegli notturni che ormai si presenta da qualche anno. Prima di questa melatonina ne avevo già provate altre. Purtroppo neppure con questa per il momento ho benefici anzi la situazione è peggiorata. So dell’effetto iniziale rebound, ma quanto dovrò aspettare per avere miglioramenti? Grazie mille Patrizia

1 Risposte
Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 2 anni fa

Gentile signora se sono passati almeno 21-28 giorni e la sua problematica relativa ai risvegli notturni insiste, possiamo semplicemente chiederle se dopo i risvegli si addormenta senza nessun problema o se invece questo le preclude il sonno in modo pesante. Se così fosse , per poterle favorire una miglior tenuta della fase vagotonica del ciclo circadiano ,la invitiamo a  rompere la compressa in due parti e di assumerne una parte in modo da poter realizzare il corretto Picco Melatonico Notturno senza ottenere  una spinta profonda nella fase sopracitata. Mantenga questa modalità per almeno 21-28 giorni.  Se il problema persiste sarà utile confrontarci in privato per analizzare al meglio l\’aspetto personale del sonno e della fase vagotonica nella sua totale unicità di ognuno di noi .  

patrizia mangiarotti ha risposto 2 anni fa

Dopo i risveglio notturni a volte mi riaddomento subito mentre a volte rimango sveglio per un po’ di tempo e quindi al mattino non mi sento riposata a sufficienza. Ma questa situazione permane da qualche anno e speravo di risolverla con la vostra melatonina. Quindi il consiglio è di dimezzare la dose per 21/28 giorni?

Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 2 anni fa

Verifichiamo questo per aver minor residuo di melatonina che può inficiare la profondità della fase vagotonica che se troppo profonda innesca meccanismi evolutivi per cui si presentano questi risvegli.
“Ad un animale preda per evitare il pericolo del predatore la Natura non non può permettere di dormire troppo profondamente in quanto sarebbe pericoloso per la sua vita.”
Nasturalmente se il problema persiste dopo queto periodo ci risentiamo in privato per meglio analizzare la questione

Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 2 anni fa

Verifichiamo questo per aver minor residuo di melatonina che può inficiare la profondità della fase vagotonica che se troppo profonda innesca meccanismi evolutivi per cui si presentano questi risvegli.
“Ad un animale preda per evitare il pericolo del predatore la Natura non non può permettere di dormire troppo profondamente in quanto sarebbe pericoloso per la sua vita.”
Nasturalmente se il problema persiste dopo queto periodo ci risentiamo in privato per meglio analizzare la questione