Coronavirus. Cosa ne pensa il Dottor Pierpaoli?

Domande e RisposteCategoria: Salute e benessereCoronavirus. Cosa ne pensa il Dottor Pierpaoli?
Rossella M. asked 4 mesi ago

Vorrei conoscere l’opinione del dottor Pierpaoli sul coronavirus.
Tra notizie false, titoli gonfiati e malinformazione non ci capisco più niente.
La melatonina può essere utile per potenziare il sistema immunitario?
grazie

1 Risposte
Redazione Bioclock answered 4 mesi ago

Buongiorno Rossella,
di seguito riportiamo l’opinione del Prof. Pierpaoli in merito alla diffusione del COVID-19 rilasciata a seguito delle numerose richieste pervenute attraverso i vari canali:
La pianura padana è certamente la zona più contaminata in senso assoluto d’Italia, una specie di “palude” dove acqua e aria stagnano da sempre. Mi sembra logico se si pensa alla stratificazione di fabbriche e inquinanti chimici. Ma i Lombardi vanno difesi in quanto si tratta di una popolazione laboriosa e civile che diventa vittima di pregiudizi. Forse si tratta di un indebolimento biologico cronicizzato, ma non ne sono sicuro. Si tratta solo di verificare il reale ruolo del coronavirus senza drammatizzare e con occhio critico. Del resto, non sono forse stati fatti controlli a tappeto? Mi chiedo se ciò si è verificato il altri Paesi Europei. Non mi sembra. Sarei curioso di fare ricerche in Germania in zone altamente industrializzate. Ciò di cui sono certo, è un indebolimento della popolazione dovuto ad una miriadi di fattori sia ambientali che nutrizionali. Penso che diversi Paesi europei hanno casi di coronavirus non ancora diagnosticati.
In Italia i contagi semplicemente sono stati scoperti, perché si stanno effettuando i tamponi. La differenza è che in altri paesi la reazione di paura del contagio è stata fin ora meno intensa. In Italia per il coronavirus sono stati effettuati controlli e test a migliaia di persone, si è cercato in modo attivo i contagiati e per questo i contagi sono subito emersi. Questo in altri paesi Europei non è stato fatto. I sintomi di coronavirus sono nella stragrande maggioranza dei casi lievi e identici a quelli di normale influenza. Ciò potrebbe significare che il numero degli infetti è maggiore di quanto si pensi. Non si esclude che nel resto d’Europa non siano emersi tanti casi come in Italia perché, in assenza di casi gravi, non sono state svolte verifiche accurate come è successo da noi. Potrebbe benissimo essere che in Inghilterra ci sono in realtà più contagiati che in Italia.
FONTE: Dr. Pierpaoli

In generale gli integratori che sostengono la normale funzione/risposta del sistema immunitario come la Vitamina C e la Vitamina D3 possono supportare l’organismo nella risposta ad attacchi di virus e batteri. È noto che l’azione regolatrice della melatonina sulla ghiandola pineale, ricade positivamente sull’efficienza del sistema ormonale il quale caratterizza un organismo in salute, maggiormente preparato a fornire risposte immunitarie adeguate. Per chiarezza, ciò non significa che la melatonina sia un antivirale. Restano infatti caldamente consigliate le norme igieniche basilari, il buon senso nell’interpretazione/verifica delle notizie (più o meno fondate che circolano), oltre alle basilari e fondamentali regole proposte dal decalogo del ministero della sanità.
Consigliamo la lettura di questo articolo.