angelaprovitera ha scritto 2 anni fa

Salve a tutti e al caro Prof, assumo melatonina da quattro mesi  e ho fatto un ciclo di alghe kks che presto ripetero’ ma il Trh come si può assumere ? come comportarsi? Leggo di questa importantissima molecola ma poi non trovo il seguito sul da farsi. Grazie, Angela.

1 Risposte
Redazione Bioclock Staff ha risposto 2 anni fa

Gentile sig.ra Angela cercheremo di rispondere adeguatamente alla sua richiesta perchè è una domanda che molte persone si pongono , cui spesso non viene trovata/data un’adeguata risposta .

La scoperta del TRH pinealico e della sua localizzazione nelll’organismo del mammifero umano è sempre da rifersi agli studi del Professore Pierpaoli. Lui ha trovato questa particolare molecola endogena in diversi ambiti del corpo umano . E’ probabilmente ubiquitaria come la melatonina .

Dove cè vita cè melatonina e spesso TRH.

Secondo le evidenze emerse negli anni , questa molecola avrebbe il compito di mantenere funzioni biologiche regolate dalla pineale (attraverso la melatonina) nel sistema neuro-endocrino

Il ruolo del TRH è più comprensibile nel caso del diabete. Nelle isole di Langheras del pancreas , è stata scoperta la presenza del TRH e quando si assiste alla comparsa della patologia il professore ha notato un’alterazione del TRH stesso. Pierpaoli da molti anni sta indagando attentamente in questo campo: i risultati dela ricerca confermano il ruolo dominante del TRH , non solo nel pancreas ma anche in altre sedi del ns. organismo.

Lui riferisce l’importanza della produzione e secrezione del TRH pinealico e afferma che il mantenimento di questo complesso apporto è garantito da una ghiandola pineale efficente e diciamo ” giovanile”.

Questo chiarisce meglio il concetto di protezione della pineale che lui assicura tramite l’assunzione della Melatonina Zinco che garantisce la riproduzione quotidiana e ciclica del Picco Notturno Melatonico , tenendo a riposo la ghiandola stessa

Lo scopo di ” risparmiare lavoro ” alla nostra pineale è stato naturalmente verificato negli anni di osservazione e permette di mantenere la ghiandola in condizioni migliori ed efficienti, tali da poter garantire tutte Funzioni negli anni , tra cui la più impiortante per ora sembrerebbe quella di produrre e secernere al sistema il TRH .

La molecola è riproducibile in laboratorio , ma è una molecola molto instabile . Il professore riporta di una molecola magica che ha nella sua struttura una parte molto variabile e quindi la rende misteriosa nella sua comprensione nonchè nella sua ripoduzione artificiale. Secondo lui qui ci sta un livello di comprensione delle regole biologiche che vanno oltre l’aspetto strettamente fisico- chimico. Ha un potere di adattabilità senza riscontri .

La sua produzione in laboratorio risulta attualmente molto costosa e sopratutto non è classificabile come integratore , in quanto è riconosciuta come ORMONE !

Come tale quindi per arrivare alla nostra portata dovrà superare le classiche difficoltà delle molecole classificate come ORMONI.

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento anche in privato
All indirizzo info@bioclock.it