Domande e RisposteCategoria: OftalomologiaMiopia età evolutiva
eternaprimavera ha scritto 4 anni fa

Sono il padre di due ragazzi di 10 e 13 anni affetti da miopia (-2,5 e -4,75 diottrie) che stiamo tentando di contenere nella sua progressione. Vi sono senz’altro delle cause genetiche (io stesso sono miope con qualche problema retinico associato) ma volevo sapere se in casi del genere la Pro-Vision possa essere di aiuto ed avere qualche effetto protettivo. In caso affermativo, mi sarebbe utile conoscere i tempi e i modi della somministrazione. Grazie.

1 Risposte
Moderatore Bio-Clock Staff ha risposto 4 anni fa

La sua domanda  permette di considerare di poter aprire delle speranze per le persone come i suoi due ragazzi che hanno questo tipo di problema e che probabilmente apportando ciò che il ProVision contiene, sicuramente ci può essere un utilità almeno per quanto riguarda la minor degenerazione retinica e anche l’elasticità della cornea e  del cristallino. Consideri che assumendo ProVision apportiamo oltre a ben noti elementi nutrienti il tessuto oftalmico come astaxantina, luteina, mirtillo nero e le vitamine E ed A un importante supporto della melatonina ed è questa che noi consideriamo più appropriata per queste patologie soprattutto  per la sede nel punto del nervo soprachiasmatico  dove viene recapitato il segnale luminoso che poi viene trasmesso all ipotalamo  e dove viene fisiologicamente prodotta melatonina. Naturalmente assiteremo anche ad un segnale  melatoninco per la pineale dei due giovanotti in grado di favorire una corretta modulazione della rete ormonale. Per semplicità siamo del parere di fare assumere il ProVision  per periodo mirati di 21 giorni , osservando sempre l’assunzione prima di coricarsi e sicuramente data la giovane età prima della mezzanotte ad orari costanti e di monitorare i ragazzi ( preferibilmente spiegando loro cosa stanno assumendo ) . Sospendere l ‘assunzione per un periodo di 7-10 giorni e poi continuare cosi con ancora 21giorni di assunzione e cosi di seguito per almeno 4- 6 mesi . Dopo questo periodo si potrà  verificare se cè un miglioramento, una stabilizzazione o altro. Ci permettiamo di suggerirle di mantenerci informati,  anche scrivendo in privato usando la mail info@bioclock.it